E anche con il terremoto ci siamo dimostrati intelligenti


Oltre alle brutte notizie, la cosa peggiore è leggere sui social le bufale, le polemiche inventate, e tutte le dimostrazioni di scarso intelletto italiano. Ed il recente terremoto non la scampa. E come sempre, pare che l’ignoranza vada a braccetto con l’insolenza. Perché non c’è nulla di male nell’essere ignoranti: capita! Il problema è essere ignoranti e affermare di avere ragione a discapito degli altri che invece “non hanno capito niente”. E farlo pure in modo arrogante. Ritornando a noi, vediamo alcuni dei post più intelligenti riguardo il terremoto di Amatrice.

Diamo i soldi del Superenalotto ai terremotati

Bella idea quella di trasformare i soldi del gioco d’azzardo in fondi a sostegno delle comunità colpite dal terremoto del Reatino. Bellissima. Fa anche comodo per qualche politico che decide di buttarla in polemica, chiamando in causa il governo per congelare il jackpot del Superenalotto e destinarlo ai cittadini di Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto. Ed eccoci quindi pronti a condividere una sorta di “petizione” per far si che ciò accada. Peccato che non si possa fare.

Il Superenalotto è un gioco d’azzardo gestito da SISAL, cioè da un’azienda privata. Tra l’altro, il montepremi si forma sommando i soldi scommessi dai giocatori che scommettono a delle condizioni e non possono vedersi sottrarre quella somma di denaro. Quello che può fare il governo, se mai, è decidere di destinare ai terremotati il denaro che dalle scommesse finisce nelle casse pubbliche (le tasse).

La magnitudo falsata per non pagare i danni ai cittadini

Un’altra teoria dei complottisti: la magnitudo falsata dall’Istituto Nazionale di Geofisica. La bufala gira in diverse forme ma il messaggio è sempre lo stesso (anche per i terremoti passati!): la magnitudo del terremoto che ha colpito il Centro Italia è 6.2 ma il dato diffuso dai media è 6.0 perché una legge del governo Monti fissa a 6.1 la soglia oltre la quale lo Stato è tenuto a sostenere il risarcimento danni per i cittadini. Il governo, secondo i complottisti, avrebbe quindi convinto i sismologi italiani a modificare il dato per non sborsare neanche un euro, avvalendosi di quell’articolo. In realtà, l’articolo è stato soppresso anni fa. La magnitudo viene calcolata in diversi modi e la rilevazione può cambiare da stazione a stazione.

Immigrati in albergo e sfollati nelle tendopoli

Terremoto ed immigratiCome sempre, nel razzismo diamo il meglio di noi. Sui social commenti di quanti invitano a cacciare i profughi dalle strutture che li ospitano per lasciare spazio ai terremotati. Si batte sempre sulla solita notizia, più volte smentita, dei 35 euro al giorno dati ai migranti e dei rifugiati negli alberghi di lusso. Molto meno risalto ha avuto invece la notizia, reale e certificata, che diversi immigrati stiano effettivamente rinunciando al loro “poket money” (la loro somma garantita di 2,5 euro al giorno) per fare una donazione agli sfollati di Accumoli, Amatrice e Pescara del Tronto. Credo che tra tutte le bufale, quella più ignobile sia quella che usa le tragedie per innescare odio, come se ce ne fosse pure di bisogno!

Condivido un bel post trovato su Facebook che vi renderà chiaro il tutto:

Allora, PER L’ULTIMA VOLTA, come se lo spiegassi a un bambino:

I rifugiati politici vanno accolti, secondo accordi internazionali, e per poterli accogliere TUTTA EUROPA prende un tot delle tasse (nel mio/tuo caso circa 2 euro ALL’ANNO) e li mette nel fondo accoglienza rifugiati politici.

CHI SONO I RIFUGIATI?
Chiunque venga da un paese in guerra o governato da militari o dittatori riconosciuti tali dalla Comunità Europea.

Riassumo: SONO SOLDI EUROPEI, LO STATO ITALIANO NON PUÒ GESTIRLI COME VUOLE, IN NESSUN CASO.

Come funziona quindi?

Associazioni di volontariato ITALIANE possono fare richiesta di questi soldi, sulla base di progetti di accoglienza per rifugiati.

Seguimi, i soldi vanno in mano a ITALIANI che li chiedono.

Con questi soldi queste Onlus accolgono RIFUGIATI STRANIERI, a cui devono dare vitto, alloggio, e quello che viene definito POCKET MONEY, cioè circa 5 euro al giorno cash.

RIASSUMIAMO:

ONLUS ITALIANE prendono soldi EUROPEI (si calcola FINO A 35 EURO A PERSONA AL GIORNO, ma spesso sono molti meno) e con quei soldi danno alloggio e pasti e CINQUE EURO AL GIORNO ai rifugiati, che NON HANNO SCELTA, perché vengono sterzati automaticamente in queste strutture.

ORA, SICCOME CI SONO I DURI AL MONDO, te lo rispiego: tizio A va dal commercialista e fonda una Onlus.
Tizio A, ITALIANO, va da un progettista e chiede un progetto per accogliere 20 rifugiati politici in una sua struttura (può essere un albergo, certo, ma è suo…).
Tizio A riceve DALL’EUROPA 700 euro al giorno.

TIZIO A PRENDE 21.000 euro al mese per un anno.

Tizio A deve dare a 20 negri da mangiare, dormire e 5 euro al giorno.

Si calcoli quanto bene tratterà i suoi 20 negri sapendo che tutto quello che non spende gli rimane in tasca.

PRENDETEVELA CON TIZIO A E LASCIATE STARE CHI SCAPPA DALLE GUERRE.

Emilio Dave Simeone

Purtroppo, l’indole razzista è la più difficile da sconfiggere. Giusto per farvi capire, questi i commenti di un genio (che è stato mio alunno in un Centro di Formazione Professionale qualche anno fa) al post di cui sopra.

Insomma, non se ne va fuori. Come sempre, i più stupidi sono anche i più arroganti. Niente da fare.

 

Gli aiuti dalla Russia

Aiuti dalla Russia terremoto

Putin avrebbe inviato 10.000 uomini? Le uniche notizie ufficiali sono queste:

09:31 Russian emergency situations minister offers assistance to Italy in cleaning up quake aftermath

11:25 PUTIN OFFERS CONDOLENCES TO RENZI OVER FATALITIES CAUSED BY DEVASTATING EARTHQUAKE IN CENTRAL ITALY – KREMLIN

Così come hanno fatto altri stati! E questo è tutto, altro che 10.000 uomini. Dove li mettiamo poi?

Terremoto provocato

Mitico il “rischio tsunami elettromagnetico” e la teoria del “terremoto provocato” condiviso su centinaia di bacheche di normali utenti. Gli autori di questo falso allarme, nascosti dietro i tanti siti-civetta costruiti esclusivamente per “acchiappare click” sfruttando la disinformazione e la buona fede dei lettori, invitavano tutti gli italiani a spegnere tutti gli apparecchi elettronici per evitare il collasso delle reti telefoniche e internet e invocavano a fantomatiche strategie di potere e test segretissimi dietro le scosse che hanno devastato il Centro Italia. E forse non è superfluo ricordare, abbastanza fermamente, che, per ogni persona che apre il link, l’autore della bufala accumula soldi.

Sono consapevole che molti dei disastri ambientali siano ricollegabili all’intervento dell’uomo sulla Terra (in primis, le alluvioni). Ma che scateniamo i terremoti. Seriamente?

La mano di Dio

Quel bel sapore medioevale ce lo danno i post come questo: “Nessun stupore da parte nostra dei cenacolidimaria, le profezie prima o poi si avvereranno. Utero in affitto, matrimonio omosessuale, attacco alla famiglia, ateismo diffuso ecc ecc . Le scosse servono per farci capire che bisogna tornare ai veri valori. La natura si ribellerà sempre alla contro natura. CONVERTITI ITALIA”.

Questa non serve nemmeno commentarla. E poi diamo dei bigotti ai musulmani.

Nemmeno per la prossima occorre spendere molte parole (ed io sono vegano, quindi l’amatriciana non mi sta proprio simpaticissima).

Daniela-Martani-amatriciana-terremoto-facebook

Col Fascismo queste cose non accadevano

Fascismo e terremotoPer la serie “Old but gold” e “Si stava meglio quando si stava peggio”, ecco arrivare anche gli immancabili nostalgici dei bei tempi rosei del fascismo, quando tutto funzionava bene e tutti si viveva meglio, a patto di non essere nero, gay, ebreo, handicappato, di sinistra o rientrante in qualche minoranza varia.

Anche qui, pronti ad utilizzare questo fatto di cronaca per fare polemica contro il governo attuale paragonandolo ad un sistema dittatoriale durante un evento di 86 anni fa. E cosa dire di come Giulio Cesare amministrava le periferie invece? Quelli si che erano bei tempi!

Vignetta terremoto

Conclusioni

Davvero, anche di fronte a tragedie come questa, non trovo la polemica del tutto sbagliata. Una volta passato il momento in cui si dovrebbe pensare solamente ad agire, credo venga naturale analizzare la situazione e capire se ci siano state cose sbagliate. E credo sia una cosa molto importante da fare per evitare errori in futuro. Capire se qualcuno si intasca i soldi degli aiuti o se gli edifici vengano giù perché costruiti male è sicuramente una cosa da fare.

Il problema è la polemica inutile volta all’odio, agli schieramenti politici, al complottismo, alle idee religiose e a qualsiasi differenza ci sia tra le persone. La polemica che serve solo a dare colpe e a farci sentire migliori. La polemica insulsa che crea le bufale, le quali alimentano altra polemica. E la condivisione compulsiva dei post da parte di coloro per i quali il click del mouse è un movimento più rapido di una qualsiasi sinapsi cerebrale.

Ogni volta che diffondiamo una stronzata, proviamo ad immaginarci di avere di fronte tutti i nostri amici di Facebook. Anzi, tutte le persone illustri che conosciamo. E condividiamo il post come se quelle parole le avessimo scritte noi. Come se stessero uscendo dalla nostra bocca. Come se fossimo sotto esame. Lo faremmo ancora?

 

Voglio in qualche modo dedicare questo post al mio datore di lavoro di Londra William Henniker-Gotley e a sua moglie Maria, morti nel terremoto. Non conoscevo bene Will, ma ricordo una mattina in cui facemmo un pezzo di strada assieme per andare in ufficio. Mi disse che conosceva Vicenza, e che gli piaceva.

Rispondi