Sei persone che vi faranno ricredere sulla dieta vegana


Sono tante le critiche rivolte alla dieta vegana e a chi segue un regime alimentare ritenuto, da molti, estremo. Tra le più citate c’è sicuramente la questione delle proteine. Molti sostengono che un’alimentazione vegana sia carente di nutrienti che devono per forza provenire da carne, latte e derivati. E’ ancora molto diffusa la credenza secondo la quale una persona che segue una dieta vegana avrà dei deficit nutritivi e subirà un calo di forza, energie e tono muscolare e che quindi non è vero che essere vegani faccia bene alla salute.

Ma essere vegani fa bene alla salute?

Ci sono alcuni studi che confermano che essere vegani fa bene alla salute e può apportare notevoli benefici. E ci sono molti studi che affermano il contrario. Sostenitori di diete (e stili di vita) basati su piante, succhi di verdure e persino spaghetti crudisti contro sostenitori della dieta mediterranea e della dieta paleo. In questa lista sono esempi concreti di persone vegane che, per i risultati che hanno ottenuto, vi faranno ricredere sulla validità dell’alimentazione vegana, dimostrando non solo che è possibile ottenere gli stessi risultati di una dieta onnivora, ma addirittura ottenere dei benefici non da poco.

Patrik Baboumian

Patrik Baboumian
Patrik Baboumian

Patrik è nato in Iran e vive in Germania. All’età di 20 anni vinse il “German Junior Bodybuilding”.

Detiene il record di sollevamento gambe per la categoria sotto i 105kg, con un peso sollevato di 165kg, così come il record di sollevamento pesi tedesco. Il suo record è di 190kg. Ha vinto il titolo di uomo più forte della Germania nella categoria 105kg.

Nel 2012 continua il suo successo vincendo il titolo di sollevamento pesi tedesco per la quarta volta consecutiva, e definisce il record per il sollevamento di barili (115kg). Ha vinto l’European Powerlifting in Finlandia, e stabilito il record per sollevamento frontale mantenendo 20kg per 86 secondi.

Verso la fine del 2012 continua a crescere in dimensioni e forza, arrivando a pesare 127kg e non rientrando più nella categoria 105kg. Prese parte alla European Powerlifting Championships con squat da 300kg, alzate su panca da 200kg e stacchi da 330kg. Ciò gli permise di vincere il titolo europeo nella categoria Open.

Sempre nel 2012 stabilisce un record mondiale alzando un barile di birra da 150,2kg sopra la testa. Ha alzato di 10 secondi il record mondiale di alzata frontale con 20kg. Ha concluso l’anno con il primo titolo di Atleta vegano dell’anno.

Nel 2013 Patrik è stato invitato a competere alla FIBO Champions League contro alcuni esponenti sportivi d’elite. Ha provato che può competere a quel livello vincendo la “crucifix hold”.

I suoi record sono: alzate su panca 210kg, squat 360gk, stacchi 360kg,

Già nel 2011 Patrick è diventato vegano dopo diversi anni da vegetariano, dimostrando che essere vegani fa bene alla salute.

Mi sono ritrovato a pensare che se avessi dovuto uccidere gli animali che mangiavo con le mie mani non ce l’avrei fatta perché sono troppo compassionevole. Sentivo che mi stavo prendendo in giro mangiando carne considerata la mia inabilità ad uccidere un animale, quindi ho pensato fosse meglio essere onesto con me stesso e smettere di mangiare carne.

Con la sua scelta ha ispirato altri atleti ed altre persone a provare il veganesimo, e di ciò ne va molto fiero. Ha incontrato anche molta diffidenza tra le persone che scoprono ciò che mangia, anche se molti rispettano le sue decisioni.

Nel 2014 ha pubblicato un libro sulla nutrizione sportiva, prendendosi una piccola pausa dalle competizioni, e nel 2015 ha partecipato ad una gara nazionale tedesca dove ha infranto il suo record di camminato con il giogo.

Ecco un video di Patrik all’opera.

 

Annette Larkins

annette larkins e la dieta vegana
Annette Larkins

Qualche anno fa ha suscitato scalpore la notizia di una donna di 70 anni che sembra aver trovato il segreto dell’eterna giovinezza. Anette Larkins dimostra una quarantina d’anni grazie alla dieta e lo stile di vita che segue. Sempre così giovane che quando esce con il marito di 54 anni la confondono con sua figlia.

La signora Larkins dice che il segreto per la sua bellezza risiede nella dieta vegana che consiste di verdura, frutta, semi e noci organici, coltivati nel suo giardino. Non tocca niente che sia stato cotto. Ed un’altra particolarità è che raccoglie l’acqua piovana per il suo giardino e da bere.

In passato, la signora Larkins consumava carne regolarmente, dato che suo marito possedeva una fattoria negli anni 60. Poi ha deciso che avrebbe cambiato le sue abitudini alimentari per sempre. Ed è stata la decisione giusta.

Quando ha cominciato, la signora Larkins stava solamente cercando alcuni benefici in termini di salute e non avrebbe mai pensato che avrebbe dimostrato 40 anni all’età di 70. Nei 27 anni in cui ha mangiato da crudista ha scritto due opuscoli chiamati Journey to Health e prodotto un DVD contenente tutti i suoi segreti salutistici. Suo marito vorrebbe aver seguito il suo esempio, poiché ora sembra molto più vecchio e soffre di diabete e pressione alta. Assume medicine ogni giorno, mentre Annette non prende mai nemmeno un’aspirina.

 

Jim Morris

Jim Morris
Jim Morris

Jim Morris, morto all’eta di 80 anni, è diventato vegetariano a 50 anni e vegano a 65. E’ stato scelto come testimonial per una campagna della Peta. L’ ex culturista ringraziava la dieta priva di derivati animali per essere ancora vivo e in splendida forma.

Affermava: “Non sarei qui e non sarei in questa condizione se avessi continuato a mangiare come facevo”, sottolineando la pericolosità del latte e l’utilità di frutta, legumi e cereali che consumava ogni giorno. La sua salute è migliorata dopo il ritiro dal bodybuilding competitivo nel 1985, con una dieta vegetariana prima e vegana poi.

Le proteine nei prodotti di origine animale sono cariche di grassi e sostanze chimiche e ogni sorta di roba dannosa per la salute. Quando gareggiavo mandavo giù tutto quel genere di cose e ho avuto un sacco di problemi digestivi. Ero costipato e gonfio e mi sentivo male per tutto il tempo

Negli ultimi anni della sua vita, invece, si sentiva bene come non mai, e pensava che tutti coloro che consumano carne e latticini possano provare la stessa sensazione di benessere psichico e fisico.

Il latte è per i cuccioli. Gli esseri umani, per quanto ne so, sono le uniche creature che continuano a bere il latte anche una volta che sono stati svezzati. Penso che molte persone non si rendano conto di quanto si sentirebbero meglio se smettessero di bere latte e di consumare tutti i prodotti animali.

Questo il video di Jim Morris per la PETA.

 

Frank Medrano

Frank Medrano
Frank Medrano

Frank Medrano è un bodybuilder che si allena con il metodo calisthenics ed è uno dei tanti atleti le cui abilità e performance fisiche sono il risultato di un’alimentazione a base di piante. Con un’altezza di 175 cm, un peso di 73kg e una percentuale di grasso intorno al 5% ha raggiunto i limiti del fisico umano.

Come la maggior parte delle persone, non è nato vegano. Dopo qualche anno di allenamento ha optato per una dieta a base di vegetali, e dopo qualche mese stava già sentendo i benefici di questa scelta, tra i quali un aumento del livello di energia e tempi di recupero più veloci.

Pensavo di essere forte e in salute prima, ma dopo aver adottato una dieta vegana ho cominciato a sentirmi energico e recuperavo più velocemente dopo l’allenamento

Eccovi un video in cui si vede l’allenamento di Frank Medrano.

 

Carl Lewis

Carl Lewis
Carl Lewis

Una delle storie di successo di atleti vegani più citate è quella di Carl Lewis, che accredita parte dei suoi sorprendenti risultati del 1991 alla dieta vegana adottata nel 1990. Disse qualcosa spesso citato nella propaganda vegana:

Il mio anno migliore per le competizioni di corsa è stato il primo anno in cui ho seguito una dieta vegana

La maggior parte dei suoi successi olimpici non sono chiaramente dovuti ad una dieta vegana, che ha adottato più tardi. Tuttavia era vegano quando nel 1991, all’età di 30 anni, vinse il titolo mondiale per i 100 metri.

 

Robbie Hazeley

Robbie Hazeley
Robbie Hazeley

Robbie ha sofferto di diversi problemi ai tendini che lo hanno portato a sei operazioni chirurgiche negli anni 90. L’artrite risultante l’ha costretto ad usare costantemente antidolorifici.

Tutto ciò è cambiato grazie all’influenza di un proprietario di una palestra, vegano, che gli ha consigliato di non mangiare più carne. In sei settimane era diventato vegetariano, e da lì a poco vegano. Il cambiamento fu miracoloso e permise a Robbie di allenarsi duramente per le competizioni di bodybuilding senza antidolorifici. Cammina regolarmente per 30 miglia ed ha avuto successo nel bodybuilding.

Nel 1994, all’età di 39 anni, tornò a praticare il suo sport e nel 1997 arrivò secondo al “Mr England” e sesto al “Mr UK”, che ripetè nei due anni successivi. Altri riconoscimenti includono il quarto posto al “Mr Great Britain 2002” e il secondo posto al “Solent Open” del 2004 che sorprese molti.

Nel 2005 arrivò secondo al “Mr Britain” e al “Solent Open”. Nel 2006 arrivò secondo alla “British Championships” e si qualificò per Mister Universo dove ottenne il decimo posto. Nel 2007 arrivò settimo ai campionati del mondo e divenne il primo Mr UK sopra i cinquant’anni. L’anno successivo vinse il “Mr Britain over 50s”. Si è poi classificato sesto ai campionati del mondo.

Nel 2016 Robbie è morto per un cancro alla gola. Aveva recentemente smesso di fumare, ma era troppo tardi.

Diventare vegano ha molto senso sulla carta e nella pratica è stato di aiuto per migliorare la mia salute, la resistenza, la libertà dagli infortuni e l’abilità di allenarmi più intensamente. E’ stato il punto di svolta per me sotto molti aspetti

 

Questa è solo una piccola lista di alcune persone che provano che una dieta vegana può essere salutare. Sicuramente ci sono persone altrettanto forti ed in salute che seguono una dieta onnivora, ma lo scopo di questa lista è di far capire che ci sono casi nei quali un’alimentazione vegana ha portato dei benefici. Se volete buttarla sul ridere invece, vi consiglio questa galleria di meme vegani.

Tags: