La mia esperienza con Conto Corrente Arancio


In questo post voglio raccontarvi della mia esperienza con Conto Corrente Arancio di ING Direct. Esperienza che ha dell’incredibile. Prima di cominciare, mi sento in dovere di dire che reputo ING Direct una buona banca, e dalle opinioni che circolano in rete coloro che hanno attivato Conto Corrente Arancio sono rimasti solitamente soddisfatti dalle condizioni vantaggiose di questo conto bancario. Emergono però anche alcune lamentele, in particolare riguardo alla difficoltà di ottenere una pronta assistenza in caso di problemi ed imprevisti che talvolta sorgono. Questo è il prezzo da pagare per una banca che opera quasi esclusivamente online. Consiglio comunque a tutti di leggere questo libro per avere maggior chiarezza su come opera una banca.

La mia esperienza con Conto Corrente Arancio

Veniamo alla mia situazione.

21 febbraio 2014

Decido di aprire un conto corrente con ING Direct, nell’appunto Conto Corrente Arancio. Questa operazione è completamente effettuabile online, ma dato che esiste una filiale nella mia città, decido di andare ad aprirlo di persona, anche per evitare di dover poi spedire i documenti e allungare i tempi di apertura. L’impiegata, gentilissima, risponde a tutte le mie domande riguardo a Conto Corrente Arancio e mi consegna il bancomat, che ovviamente sarà funzionante solo quando il conto sarà attivato, e ciò avverrà solo in seguito al primo accredito di bonifico. Tutto chiaro.

28 febbraio 2014

Dal mio conto BancoPosta eseguo il bonifico per attivare Conto Corrente Arancio. Il bonifico impiega alcuni giorni per venire accreditato sul conto, ed il 3 marzo l’operazione viene effettivamente registrata nel conto e mi viene comunicata l’effettiva attivazione del cont. Dal sito di ING Direct richiedo quindi anche la Carta di Credito VISA Oro. Nel frattempo scopro che attivando Conto Corrente Arancio online avrei potuto ottenere un buono sconto di 100 euro da spendere presso Mediaworld. La cosa non mi è stata comunicata ma è comprensibile, trattandosi di una promozione per invogliare nuovi clienti. Pazienza.

15 marzo 2014

Bancomat Conto Corrente Arancio

Bancomat Conto Corrente Arancio

Ed ecco che iniziano i problemi. Mi reco presso un ATM qualsiasi (ING garantisce prelievi gratuiti in tutta Italia) ma il bancomat mi viene rifiutato con il messaggio “Bancomat non valido. Contattare la propria filiale”. Essendo un sabato sera, chiedo ai miei amici di anticiparmi dei soldi.
Il giorno dopo, che è Domenica, mi reco all’ATM situato presso la filiale ING dove ho aperto il conto. Inserisco il bancomat che mi viene trattenuto e mi viene comunicato di recarmi in filiale.
La sera, cercando di capire cosa può essere successo, decido di richiedere un nuovo bancomat dal sito di ING Direct. Sito che indica come tempi medi di consegna 4 giorni.

24 marzo 2014

Del bancomat (e della carta di credito richiesta il 3 marzo) ancora nessuna traccia. Nel sito non ci sono informazioni utili e l’email di conferma della spedizione che avrei dovuto ricevere non è ancora arrivata. Decido di chiamare il servizio clienti. Mi viene comunicato che la richiesta del bancomat e quella della carta di credito, ricevute ENTRAMBE il 17 marzo, sono state prese in carico e le carte arriveranno a breve.  Cerco di spiegare bene la mia situazione, ovvero che ero già in possesso del bancomat ma che mi è stato ritirato, in modo che l’operatrice possa assicurasi che non ci siano altri problemi. In modo alquanto sgarbato l’operatrice mi dice che mi ha già comunicato che le carte arriveranno e che in pratica le sto solo facendo perdere tempo.

 1 aprile 2014

Chiamo nuovamente il call center di ING Direct per far presente che né bancomat né carta di credito sono ancora arrivate, e questa volta l’operatrice mi comunica i codici per il tracking delle spedizioni. Li provo subito: vedo che la carta di credito è effettivamente in transito verso casa mia, ma per il bancomat il codice non viene riconosciuto. Lo comunico subito all’operatrice che mi risponde che probabilmente il corriere deve ancora inserire il codice di spedizione nel sistema, perché la busta è stata accettata e quindi verrà consegnata. Mi dice di richiamare se il codice non dovesse funzionare trascorso qualche giorno.

5 aprile 2014

Finalmente la carta di credito arriva a casa. Decido di chiamare ancora per avere notizie del bancomat. Mi viene comunicato nuovamente il codice di spedizione (che mi era stato comunicato erroneamente), ed il nome corretto del corriere (TNT). Con questi dati vedo che effettivamente la busta è in consegna. Attendo.

12 aprile 2014

Filiale ING Direct

Filiale ING Direct

Passano i giorni, e controllando il tracking della spedizione, mi accorgo che il corriere ha provato a consegnare la busta che ora è in giacenza. Per ritirarla è necessario recarsi presso la sede del corriere con l’avviso di giacenza, che però non mi è stato recapitato. Contatto ING Direct per informarli della cosa, e mi dicono che devo accordarmi con il corriere. Contatto quindi il corriere per spiegare la situazione, e mi viene comunicato che senza l’avviso di giacenza non posso ritirare la busta, e che loro non possono effettuare una seconda consegna, a meno che non gli venga comunicato dal mittente.

Qualche giorno dopo mi reco in filiale. L’impiegato dice che l’unica cosa che può fare è sollecitare un superiore perché effettui un sollecito al corriere per la riconsegna del bancomat. Ci credo poco. E infatti la situazione non si sblocca. Mi dice che comunque posso prelevare all’interno della filiale pur non avendo il bancomat.

30 aprile 2014

Passano altri giorni, ritorno in filiale e spiego la situazione ad un’altra impiegata. Le chiedo se sia possibile bloccare il bancomat ed emetterne uno nuovo. Lei acconsente, blocca quello vecchio e fa una richiesta per una nuova spedizione. Speravo che essendo in filiale me ne consegnasse uno a mano, ma a quanto pare li hanno finiti. Ad averlo saputo prima, mi arrangiavo io via internet. Pazienza.

11 maggio 2014

Sul sito di ING Direct vedo che la carta bancomat attuale è estinta, ma non è presenta la richiesta per quella nuova (anche se sono convinto che un paio di giorni prima fosse presente). Quindi, richiedo nuovamente il bancomat. Nel frattempo mi arriva per posta il pin della carta di credito.

14 maggio 2014

Mi reco in filiale per prelevare dei contanti. Mi viene comunicato che però l’ATM interno è fuori uso, e che devo quindi prelevare da un altro sportello usando il bancomat. Faccio presente che sono più di due mesi che lo attendo.

27 maggio 2014

Mi arriva per posta il codice del nuovo bancomat. Di questo però ancora nessuna traccia.

Ed ora?

La situazione non si è ancora conclusa. A due mesi e mezzo dall’attivazione del conto, ancora non possiedo un bancomat. Proseguirò la scrittura di questo post riportando gli aggiornamenti di questa vicenda fino a quando non sarà conclusa. La colpa non è totalmente di ING Direct: anche il corriere (TNT) ci ha messo del suo. Tuttavia la situazione ha del paradossale.

Aggiornamento – 13 giugno 2014

Contro le più radicate superstizioni su Venerdì 13, mi reco in filiale e, finalmente, dopo 3 mesi di attesa, il gentile impiegato mi consegna un bancomat nuovo bloccando quello richiesto in precedenza. Il giorno dopo provo ad usarlo e tutto funziona. Ironia della sorte, il 17 giugno mi arriva a casa il vecchio bancomat ora bloccato.

Tutto è bene quel che finisce bene, ma che razza di odissea! Ora però devo dire che, a distanza di diversi mesi, non ho più avuto alcun problema. Il conto funziona bene, non costa, e con quest’app per smartphone posso tenere sott’occhio tutte le operazioni: tutto sommato una buona scelta. Non ho riscontrato alcun problema con le più comuni operazioni. I bonifici effettuati da Google AdSense, Amazon e gli stipendi vengono accreditati in tempi più che ragionevoli.

 

Conclusioni

Ora, a distanza di diversi mesi, devo dire che il conto funziona bene. Non ho mai speso un euro per la gestione o per le operazioni, quindi continuo a consigliarlo. Se volete aprirlo gratuitamente, potete approfittare dell’offerta fino al 20 dicembre 2018: inserendo il codice 7EBM8C alla pagina di iscrizione, riceverete subito 50 euro nel vostro conto. Mica male! E per ogni amico che si iscrive, riceverete altri 50 euro!

 

Clicca qui per aprire Conto Corrente Arancio e ricevere subito 50 euro!

Alessandro

Graduated in computer science, is passionate about music, videos and travels.

Potrebbero interessarti anche...

111 Risposte

  1. happycactus ha detto:

    Io ci ho messo un mese ad ottenere un bonifico verso un altro conto (un mese!) con 3 bonifici respinti per cause misteriose.
    Oggi fanno 3 giorni che tento di fare un bonifico estero ma non c’è verso.
    Sto seriamente meditando di chiudere il conto, se non ci si può fidare della propria banca è meglio lasciar perdere. non è l’ultimo conto on line disponibile sulla terra.

    • Alessandro ha detto:

      Grazie per aver condiviso la tua esperienza!

      • Daniel ha detto:

        Si, ma se ti trattengono il bancomat invitandoti a recarti in filiale e tu ti fai spedire un nuovo bancomat sei solo un ***, non è colpa della banca.

        • Alessandro ha detto:

          A parte che non capisco che bisogno ci sia di offendere, ma vabbè.
          Un ATM generico (che non centra niente con ING Direct), in caso di trattenuta del bancomat, ti dice di rivolgerti alla tua banca. Poi sei tu a conoscere le modalità. Se la mia banca opera online ed è quello il canale di comunicazione con essa, è tramite il suo sito che opero.

  2. Franceschina ha detto:

    Sto cercando di attivare il conto. Già due volte il bonifico di attivazione è tornato indietro: solo guardando nelle FAQ scopro che quel primo bonifico non va fatto via home banking ma andando in banca.
    E tutte le volte che ho chiamato il PESSIMO servizio clienti, nessuno mi ha detto che dovevo andare presso la filiale della mia banca.
    Servizio clienti che non capisce l’italiano, anche se quelli che rispondono sono italianissimi. Non ascoltano cosa dici, non frega loro nulla e creano solo casino.
    Intanto dalla banca ho fatto un bonifico che ho pagato €4.50: dato che anche quello è un conto home banking (Hello Bank), le operazioni allo sportello si pagano.
    Vedono il bonifico ma risulta loro la causale sbagliata, anche se sul foglio di BNL è correttissima: faccio presente la cosa e rispondono che non è così. Roba da chiodi!
    E mi dicono di mandare via email anche la scansione della patente, perché quella della Carta di identità NON basta. Dov’è scritto? DA NESSUNISSIMA PARTE!

    E poi ti trattano come fossi uno stupido, quando loro non ti stanno neanche a sentire! Oggi la tipa poco è mancato che la mandassi a quel paese!

    Sono veramente scandalizzata da ING Direct/Conto Corrente Arancio. Già ora la fiducia è zero.
    Userò il conto solo per depositare una determinata somma e basta. Ho un conto corrente con Fineco che va alla grande e che non intendo (né intendevo comunque) cambiare: sarà sempre il c/c di riferimento per me.

    Una cosa è sicura: con un servizio clienti così prima o poi chiudono baracca e burattini. Un continuo disservizio.

    Tempo di apertura conto Fineco? Meno di una settimana, ricezione bancomat/carta di credito e pin inclusa! In questo caso passavo da un conto Intesa SanPaolo (quindi c/c tradizionale) e penso che per questo non abbiano richiesto ulteriori documenti per riciclaggio e simili.
    Tempo di apertura conto Hello Bank? Circa 10 giorni, tutto compreso. Come hanno fatto il riconoscimento? Con una videochat! In occasione della videochat ho mostrato la patente e la cosa è finita lì. Breve e semplice.

    QUESTE SONO BANCHE con la B maiuscola!!!

    E dici bene che TNT ci ha messo del suo: compro su Amazon e eBay da anni e non ho mai avuto problemi con DHL, GLS, Bartolini, UPS, SDA. Anche in località di mare.
    Con TNT SEMPRE, in piena città di Firenze! Anche con Poste Italiane.
    TNT non è in grado di recapitare un pacco: confermo che non lascia MAI l’avviso e secondo me quando scopri che il pacco è in giacenza dopo un primo tentativo, in realtà non sono MAI passati. Molte delle volte che hanno consegnato loro, io ero in casa e il citofono lo sentivo per forza! Niente di niente. Mi chiedo come mai non siano ancora falliti.
    In merito a Poste Italiane i problemi sono soprattutto (ma non solo, eh!) quando il pacco viene dall’estero. 9 volte su 10 NON arriva.

    Ciao!

    • Franceschina ha detto:

      Il terzo bonifico effettuato a € 4.50 dalla filiale BNL è stato ugualmente rimandato indietro. Li ho chiamati per dire che non farò ulteriori tentativi e che quindi non aprirò più il conto, specificando che non è una banca seria.

    • valentina ha detto:

      Non è vero che non si può fare via home Banking, io sono riuscita ad attivare sia il mio conto che quello dei miei genitori con un bonifico on-line.
      Il motivo deve essere un altro.

  3. fmjews ha detto:

    Mia mamma ha il conto corrente arancio da 3 anni, mai nessun problema fino ad ora. Il suo bancomat aveva scadenza maggio 2014, il problema è che la nuova carta in sostituzione di quella scaduta è arrivata il 13 giugno. Praticamente per 2 settimane non è stato possibile prelevare ed effettuare pagamenti col bancomat (e per una banca online è un bel problema…). Ironia della sorte: il nuovo bancomat non funziona. Sul sito dovrebbe essere attiva un area chat per comunicare e risolvere in maniera veloce questo genere di problemi (io ho un conto con iwbank e il servizio chat è efficientissimo), ed invece ti tengono per 3 minuti in attesa e poi ti dicono di riprovare più tardi causa elevato traffico…

  4. Saul Menem ha detto:

    Io da un mese non riesco a fare un banale F24 e vengo invitato dallo stesso supporto Ing Direct. ad utilizzare altri istituti di credito. Il ‘servizio’ funziona a singhiozzo da più di un mese e non hanno prevvisioni per la normalizzazione. Lo chiudo settimana prossima, non appena avrò il tempo di recarmi in filiale.

  5. Sara ha detto:

    Io ho un’odissea simile per il pin del bancomat che non riesco a ricevere in nessun modo! in nessuno! per motivi misteriosi non riescono a mandarmelo a casa e non posso cambiare indirizzo perchè a lavoro non prendono posta per me e la ing dircet mi dice che non possono darmi il pin perchè è un’altra società che li emette!!! io sto vedendo come chiudere il conto perchè oramai sono 4 mesi che non so come fare! 4!!!! tengono in ostaggio i miei soldi praticamente…

  6. ernestina ha detto:

    a leggere prima…..mi sarei evitata sta tragedia….il 5 luglio attivo il conto in filiale ( perchè si fa rima, dicono) e mi rassicurano che in 15 giorni riceverò le tessere e i codici per attivare il conto. peccato poi che scopro che il conto si attiva solo dopo aver fatto il primo bonifico ( l’ho fatto da HB di MPA senza proeblmi) quindi devo attendere che mi generino l’iban, cosa ceh avviene il 29 luglio, faccio il bonifioc e il 30 il mio conto è attivo…riceverò mail con codice di traccibaiiltà della spedizione…..che non ricevo chiamo e mi dicono che le tessere sonos tate inviate….richiamo scopro che manca il bancomat perchè non l’ho richiesto ( strano che io abbia una copia del contratto dove c’è indicato che VOGLIO il bancomat). ad oggi 7/8 non ho il codice della spedizione il bancomat sul sito vedo che non è richiesto e stupidamente ( pensando i tempi fossero brevi) ho fatto un consistente ( per me) passaggio di denaro sul conto corrente aranzio, denaro di cui non posso disporre perchè non ho i codici operativi, quindi non posso neppure utilizzare la carta ricaricabile che essendo dematerializzata è l’unica cosa che attualmetne parrebbe attiva.
    dopo una ottima esperienza con conto arancio fino a 3 anni fa….rientro in ING illudendomi che il servizio non sia mutato…invece devo dire che più che pessimo è indecente!!!!
    PS: una volta che riceverò le tessere, dovrò richiedere il bancomat ch enon mi hanno inviato e sarà un’altra odissea 🙁

    • ernestina ha detto:

      non so voi come facciate ad usarlo ancora….sulla carta pare bellissimo, ma ora che il bancomat è uscito dal circuito bancomat , io ho dovuto aprire un altro conto: non posso più pagare i parcheggi alle colonnine, ma soprattutto il pedaggio autostradale….e in qualche grande supermercato ( tipo ipercoop) casse risparmiatempo non accettano il vpay.
      secondo me era presto per uscire definitivamente dal circuito bancomat, almeno in italia.
      ora ho fineco: aperto in 2 giorni con riconocismento on line con web cam, addirittura loro sono in grando di spedire TUTTI i documenti all’indirizzo che ho rilasciato come di corrispondenza….ING mi ha fatto girare come una trottola, mandando addirittura documenti al mio vecchio indirizzo di residenza che non è mai stato dato come indirizzo di corrispondenza ( sapevo che mi sarie trasferita, quindi ho scelto come indirizzo di corrispondenza quello di mia suocera che ha anche la custode che ritira tutto)…ed ogni volta che chiamavo ING mi dicevano che a loro l’indirizzo risultava corretto….peccato che poi spedissero altrove…..
      ho da 3 mesi fineco e mi trovo benissimo….costa un po’ di più, certo, ma almeno sono più affidabili!!!! tempo di attivare la carta di credito su fineco e chiudo ING,
      in conclusione, pessima espserienza: se non hai probelmi va bene, ma se rischi di dover aver bisogndo di assistenza, sono PESSIMI. eppure ai tempi di conto arancio erano efficentissimi! peccato.

  7. ettore ha detto:

    Circa 3 anni fà ho aperto il conto online con ihgdirect,mi arriva a casa la documentazione da inviare,la invio e mi perdono un documento,gli mando il documento mancante e loro dopo un pò di giorni mi dicono che ne manca uno diverso.Terzo tentativo mi reco in filiale e loro mi dicono che è meglio rifare la procedura,la rifaccio con loro e dopo 10 giorni sul sito mi dicono che manca un’altro documento ancora.
    Spazientito gli invio una mail dicendo che non voglio più il c/c perchè non ho intenzione di fidarmi di una banca di cialtroni che per tre volte perde la documentazione,così lascio perdere e non penso più a ingdirect,poi dopo un mese miracolo hanno tutti i documenti e mi inviano carta di credito bancomat nel pacchetto di benvenuto.Non fidandomi di loro non faccio per diversi mesi il primo bonifico per attivarlo,il conto rimane li silente inattivo.Col nuovo anno sento voci poco rassicuranti sul mio istituto bancario e sbollita la rabbia decido di fare il primo versamento per attivarlo,naturalmente non si attiva e devo chiamare il call centre che me lo attiva in manuale.Tutto bene fino a quando non decido di portare il plafond della carta di credito da €2500 a €3500 faccio la richiesta il 29/7/2014,dopo quasi un mese e diverse telefonate oggi chiedo di parlare con un funzionario,risposta non è possibile,dopo diversi minuti di attesa la signorina del call centre mi dice che la richiesta è stata rifiutata!Chiedo il motivo e lei mi dice che non lo sà,allora io gli chiedo come fare a saperlo e lei mi dice che devo mandare una richiesta scritta,a questo le faccio presente che non è ne educato ne professionale non dare alcuna risposta,lei mi dice che ho perfettamente ragione ma questa è la politica della banca,LASCIO A VOI OGNI CONSIDERAZIONE!!!

  8. Giuseppe ha detto:

    Stavo per aprire il conto ma, leggendo questi post, mi sono ricreduto. Grazie a tutti per avermi evitato le vostre odissee.

  9. giuseppe ha detto:

    Anch’io scherziamo… altre banche mps unicredit mediolaum,operative da subito,ho sempre fatto un bonifico di riconoscimento di 500,00 euro,questo serve a sollecitare la pratica,tanto i soldi sono sempre i miei,ma dopo questo niente conto arancio anzi conto ZUCCA

  10. Carlo ha detto:

    Ragazzi che tragedia. Io purtroppo leggo in ritardo questi vostri feedback. Ho CA da anni abbinato a un cc unicredit per cercare di risparmiare qualcosa.

    Ora per differenziare abbiamo deciso di aprire un CCA e ad oggi, dopo un mese dall’apertura online devo ancora ricevere bancomat e carte di credito. Ho ricevuto i codici dei bancomat.
    Sinceramente non sono per nulla contento dell’inizio e leggendo i vostri problemi con le scadenze dei bancomat e dei problemi agli ATM inorridisco.
    Purtroppo tra testa e croce ho scelto croce, testa era Fineco che sicuramente sarebbe andato meglio.

    • francesco ha detto:

      Da quando ho aperto il conto corrente arancio in una settimana avevo in mano bancomat e carta di credito, la settimana dopo avevo il pin del bancomat e appena accreditato lo stipendio sul conto corrente potevo attivare la carta di credito, la attivo la sera stessa dell’accredito dello stipendio e dopo neanche una settimana arriva il pin della carta visa. SODDISFATTO!

  11. Stefano ha detto:

    Ragazzi, sono più di tre settimane che non mi permettono di eseguire bonifici…ma che cavolo stanno combinando alla Ing??

  12. Gianlucone ha detto:

    ciao a tutti, mi trovo in questo sito proprio perchè cercavo opinioni sul conto arancio dopo aver chiamato per l’ennesima volta l’assistenza, questa la mia esperienza finora:
    conto cointestato aperto il 2 agosto, dopo un mese buono mi arrivano le carte a casa(avrebbero dovuto impiegare meno tempo ma è il mese di ferragosto, ci può stare), parto subito con i bonifici per l’attivazione, il sito è lentissimo e spesso mi torna proprio la pagina di errore, bisogna riniziare d’accapo, codice cliente, data di nascita, nomi, codice di sicurezza, pin, sangue di una vergine e finalmente torno in pista per controllare l’attivazione! il conto corrente è attivo, il conto deposito niente da fare, chiamo e mi dicono che devo fare un bonifico dal mio conto arancio al conto deposito, solo cosi lo posso attivare, si riparte codice, pin, coda di rospo etc etc e scopro che non posso fare bonifici con il mio conto corrente, richiamo l’assistenza e l’operatore mi dice che ci sono problemi con il sistema per i bonifici e giustifica cosi anche la lentezza del sito e gli innumerevoli bug, ora ho appena fatto il bonifico da un altro conto e se viene respinto o ci saranno altri problemi credo proprio di chiudere il conto, ma forse lo farò lo stesso perchè sono disservizi gravissimi, ho un altro conto con Fineco, sito e app velocissimi e intuitivi, sono stato in luna di miele in America, al primo acquisto mi hanno contattato per chiedere se era tutto normale…mai un problema.

  13. ernestina ha detto:

    approfitto che mi sembrate tutti sfigati come me….ma a qualcuno che ha avuto la malugurata idea di aprire il cca quest’estate si ritrova con i codici operativi inutilizzabili? dopo 2 mesi per averli, la prima volta me li resettano, poi mi dicono di richiedere nuovi codici, quando chiamo per chiederli mi dicono che è inutile perchè ci sono dei problemi…ma se vado in filiale possono darmeli. a parte che quando ho aperto il conto in filiale mi han detto che loro non potevano darmeli, ma se ci sono anomalie sui codici, che me li spediscano o me li diano in filiale…il sistema non è lo stesso????? a me sembrano palle madornali…..
    è capitato anche ad altri?

  14. Renato ha detto:

    Buongiorno a tutti, scusate la mia domanda, ho appena valutato sulla carta il conto corrente arancio, non male direi, ho fatto richiesta d’attivazione, non ancora spedita, poi mi sono imbattuto quì leggendo molti commenti sul funzionamento del conto….. Ho notato che 9 e mezzo su 10 si lamentano del malfunzionamento del c/c online, chi non ha ancora da mesi i pin delle carte, chi non riesce a fare bonifici, chi paga commissioni e non dovrebbe e molte altre problematiche. Le giustificazioni da parte dei responsabili del c/c sono molto evasive e adirittura perplesse. La mia domanda è: Esiste una legge che ci tutela (Soddisfatti o rimborsati) perchè allora non fare disdetta del c/c??? tutti insieme??? e magari un bel rimborso sui vari disagi. Leggo che ci sono persone che non riescono a pagare affitti,spesa alimentari e molte altre cose. Loro Vi consigliano di recarVi in filiale, ma scusate se ho un c/c online e poi per eseguire un pagamento o qualt’altro devo prendermi mezza giornata di permesso per recarmi in filiale (sempre ammesso che ci sia nella nostra città) a questo punto mi chiedo dov’è il risparmio di avere un c/c online? Io personalmente per i miei vari acquisti o pagamenti non uso contanti, il solo pensiero di non poter usare carte,bancomat o effettuare pagamenti (con il rischio di aggravi) mi demoralizza tantissimo, e ripeto, leggendo i vari commenti, mi sento fortunato di non avere ancora spedito l’adesione. LASCIO A VOI I VARI COMMENTI E PENSIERI… Buona giornata a tutti.

  15. Uto ha detto:

    Io ho il conto da anni e non mai avuto il minimo problema; viaggio spesso all’estero e ho fatto innumerevoli prelievi col bancomat e pagamenti con la carta nei paesi più disparati…

  16. Fabrizio ha detto:

    Cliente soddisfatto fino a quando non ho smarrito carta e bancomat. Dal giorno del blocco delle carte ho dovuto attendere circa 2 mesi per ottenere il bancomat e dopo 6 mesi sono ancora in attesa della carta di credito. Naturalmente ho inviato i documenti inerenti la richiesta della carta già 3 volte e ogni volta che ho chiamato il call center per chiedere spiegazioni hanno detto una cosa diversa, chiedendo pazienza, dichiarando che la carta era stata spedita, era presso il corriere e 15 gg fa che era stata rifiutata la richiesta e che una risposta scritta sarebbe pervenuta al mio domicilio. Accredito stipendio, rate finanziamento sempre pagate (rid), nessuno scoperto di conto ne emissione assegni non coperti. Quindi che motivo c’è? Non si sa ancora.
    La verità è che il conto costa 0 ma non appena devono gestire una pratica, per sostituzione carta ad esempio, vengono fuori evidenti limiti organizzativi o di risorse.
    Decisione: chiusura conto

    • lombardo angela ha detto:

      Ho chiesto un piccolissimo prestito in attesa di un sinistro .Ho chiesto solo 3.000.00 me l ‘hanno negato. Appena arrivano chiudero ‘ il conto. Di corsa lo stesso giorno!

  17. valeria stenon ha detto:

    Per vostra fortuna non avete vissuto l’inefficienza del servizio di trading. Vi prego non fate operazioni di trading con ING DIRECT rischiate di litigare e bestemmiare e litigare ad ogni operazione: ordini che non vengono eseguiti, disservizi improvvisi, impossibilità di accedere alla piattaforma e conseguente impossibilità di vendere o acquistare azioni alle condizioni più vantaggiose; risposte degli operatori vaghe ed imprecise, in quanto il servizio non viene gestito direttamente da ING ma è stato affidato ad una società esterna. Piuttosto rivolgetevi ad una SIM seria e professionale in italia ve ne sono davvero tante,

    • francesco ha detto:

      Fatto un’ operazione trading appena aperto il conto, il giorno dopo era già tutto pronto e fatto, chimato per chiarimenti sulle spese, e un operatore gentilissimo mi ha spiegato tutto nessunissimo problema. La piattaforma è accessibile tranquillamente e sempre, mi ci collego tutti i giorni senza problemi

  18. Pamela Lisiero ha detto:

    Ho aperto il conto a febbraio…siamo all’8 di ottobre e non si sa ancora nulla della carta di credito. Per non parlare del buono spendibile da Mediaworld che chiaramente non è arrivato. Sto meditanto di riprendermi tutti i miei soldi e di denunciarli all’associazione consumatori.
    Non paghi le spese ma non hai alcun tipo di servizio.
    Che schifo di banca

  19. alessandro ha detto:

    la mia esperienza con ing direct e stata negativa… tempi di attesa biblici per le cose piu’ semplici bancomat e carta di credito che non funziona fuori dal circuito europeo.. ma scherziamo e la chiamano visa oro… che pagliacci…. assistenza ridicola ti rispondono senza pensare che sei un cliente ma solo un’altro scocciatore… che schifo di banca da evitare come la peste…

  20. luciano ha detto:

    ragazzi, stavo valutando la possibilità di aprire CCA perchè BPM è cara come dover mantenere un elefante cocainomane ma almeno non ho avuto mai disservizi che alla fine è quello che conta veramente.
    da quello che leggo pare che solo Francesco e Uto non hanno mai avuto problemi ma stiamo parlando di una percentuale esugua.
    quindi.
    1 Francesco e Uto sono fortunati -mi fa paura
    2 francesco e Uto sono dipendenti di ENG- mi fa molta paura ma non ci credo
    3 tutti gli altri sono sfortunati – non ci credo
    4 tutti gli altri sono dipendenti della concorrenza -non ci credo
    5 cerco un’ alta banca online -ok-
    p.s. grazie a tutti compresi Francesco e Uto che spero non se la siano presa ma anche il loro feedback mi è stato utile e ricordiamoci tutti insieme che l’unica arma che abbiamo contro qualsiasi banca sono questi blog dove se non vali viene reso pubblico.

    • Stefano ha detto:

      Risp a Luciano..
      Sono cliente di Ing da 4 anni ed il primo (ed unico ma grave) problema l’ho avuto quest’estate con i bonifici in uscita.. Per il resto è una banca ok!
      Se posso darti un consiglio sulla qualità dei servizi home banking, prova Webank. Questa, oltre al conto corrente, alla carta bancomat e carta di credito gratis, ti permette di guadagnare qualche soldo con i vincoli senza massimale minimo..poche banche ti offrono questo servizio.

    • Gianluca ha detto:

      Io ho aperto conto arancio e conto corrente arancio nel 2010. La mia esperienza è che fino ad un anno fa circa i servizi offerti da ING Direct erano fantastici. Da un anno a questa parte invece qualcosa è cambiato… io credo che ci sia stato un cambiamento nel direttivo della banca, e da allora sono cambiate molte cose e sono cominciati i casini… spesso ci sono state interruzioni dei servizi sul sito… è stata introdotta la verifica “random” dei bonifici in uscita, che ti costringe, a volte ed inspiegabilmente, dopo aver fatto l’operazione, a stampare e firmare moduli cartacei, scansionarli e inviarli insieme ai tuoi documenti via mail o via fax (ma chi non ha lo scanner a casa cosa fa?! e se sei in viaggio e non hai niente, neanche carta e penna ma solo il computer o il telefonino?! Ma questa non era la banca che “fai tutto on line”?!)… anche il call-center, prima sempre cortese ed efficiente è peggiorato notevolmente… Fino a un po’ di tempo fa io consigliavo entusiasticamente ING Direct a tutti… ora purtroppo sono costretto a sconsigliarlo…

  21. Kevin ha detto:

    Francesco.. ma ti pagano per scrivere commenti positivi su questo conto corrente..? O sei (ancora peggio) uno zelante cliente che non si accorge che il 90% di questi commenti sono negativi..!?

    Francesco!! ma falla finita!!

  22. ambra ha detto:

    Tento da 3 settimane di aprire un conto cointestato, i documenti non vanno mai bene, x fortuna c’è scritto che ci si mette 5 minuti ad aprirlo…. io c’ho messo 2 ore e adesso x disdire il tutto devo inviare una lettera via posta!!!! Alla faccia della tecnologia e del conto on line x sveltire tutto!!! MAI PIÙ! !!

  23. Giulia ha detto:

    Buonasera

    Vi scrivo per denunciare la scandalosa situazione riscontrata per l’apertura di conto arancio di ingdirect.
    Il primo ottobre contatto il call center per aprire un conto cointestato con il mio compagno.
    A parte dei problemi iniziali perché io risultavo essere cliente ( in passato avevo un conto deposito) siamo riusciti a comunicare tutti i dati. La signorina dice però che ha problemi tecnici e che provvederà il giorno dopo a inserirli in rete.
    Il giorno dopo chiamo e non c’è traccia dell’attivazione. Riprocediamo quindi a comunicare nuovamente tutti i dati.
    Arrivano le credenziali di accesso e procedo alla stampa della documentazione e all’invio. L’8 ottobre mi arriva un sms che la documentazione è arrivata.
    Da qui iniziano i problemi.
    Entrando nell’area riservata c’è scritto che la documentazione del mio compagno non è completa perché manca la parte posteriore del codice fiscale. Chiamo il servizio clienti e mi dicono di inviarlo subito a inviodocumenti@ingdirectitalia.it
    Così faccio il giorno stesso (8/10). Continuo intanto ad entrare i giorni successivi nell’area dedicata e continua a segnalare lo stesso errore. Richiamo il servizio clienti e mi dicono che non è arrivato niente. Rimando così ulteriori due email (13/10 e 14/10). Alla fine sembra che la documentazione sia completa.
    Il conto continua a non attivarsi. Alla fine qualche giorno dopo sembra attivo ma non ha generato l’iban. Chiamo nuovamente il servizio clienti. Dice c’è stato un problema nel sistema. Viene segnalato.
    Il giorno dopo finalmente viene generato l’iban e non possiamo procedere al bonifico di attivazione.
    Venerdì scorso (17 ottobre ) ci rechiamo in filiale come richiesto espressamente e facciamo due bonifici da 100 euro ognuno da suo conto con causale il numero cliente. Quindi aspettiamo.
    Martedì 21 mi ricollego e mi dicono che i bonifici sono sospesi per errore nella causale ( dice che è stato messo il numero 5 ?).
    Chiamo il call center e mi confermano che è stata sbagliata la causale.
    Non convinta stampo dalla mia banca la ricevuta del Bonifico e questo risulta corretto. Chiamo quindi il call center un’altra volta. E mi dicono che l”‘ordinante deve essere intestatario del conto ( non c’ è scritto da nessuna parte del sito anzi C’ è scritto che se gli intestatari sono due occorre fare due bonifici se non hanno un conto di partenza cointestato). Intanto anche on line cambia ‘l’errore e dice che l’ordinante del bonifico non è l’intestatario del conto. Chiamo nuovamente il call center e questa volta mi dicono che mancano tutti i documenti del mio compagno cosa impossibile perché altrimenti non sarebbe stato generato nessun iban e io non avrei potuto fare il bonifico. Chiamo ancora e questa volta mi viene detto che posso inviare un secondo documento di riconoscimento per sbloccare la situazione. Così faccio e il 21 ottobre mando per email copia della patente di entrambi con la firma. Ieri chiamo e ancora non è arrivato niente. Intanto il bonifico del mio compagno è tornato in banca con un addebito di 11 euro. Chiamo e mi dicono di rinviare i documenti e anche con un solo bonifico mi verrá attivato.
    Oggi mi ricollego e ancora niente. Richiamo il call center e non è arrivato nulla. Rimando per emai i documenti ( 9 email pere essere sicura). Ma a questo punto mi sono messa curiosare su internet e sul loro profilo Facebook ho visto lamentele continue per problemi di tutte le nature. A questo punto ho deciso di chiudere tutto.

  24. Guido ha detto:

    Esperienza positiva, ho fatto richiesta di apertura conto cointestato, presso l’unica agenzia della mia città, dove ho apposto tutte le firme di entrambi gli intestatari. Dopo qualche giorno, ho ricevuto a casa una busta arancione con all’interno, le due carte bancomat e le due visa oro. Poco dopo ricevo le buste con i pin. Nel frattempo ho disposto un bonifico verso il conto ING e nel giro di due giorni il conto era già attivo. Che dire di più, tutto a posto, solo che ad un certo punto mi arriva una comunicazione che non si potevano prelevare più di 250€ al giorno. Per fortuna era un limite momentaneo. Ho scaricato l’app per il mio smartphone ed il controllo ora è totale. Più tardi ho fatto richiesta di un libretto di assegni che mi veniva recapitato a casa a mezzo raccomandata in meno di una settimana. Davvero contento. L’unico neo resta il versamento di assegni e contanti. Bisogna recarsi in agenzia a menoché non si vogliano spedire gli assegni alla sede. Fossimatto…. HO sentito che un’altra banca FINECO si appoggia agli sportelli UNIcredit per i versamento assegni/contanti. Sempre a spese zero.
    Saluti a tutti

  25. Gabriele&Anna ha detto:

    Purtroppo anche io ho letto questi commenti troppo tardi. Ho provato circa tre settimane fa ad aprire un conto aranci online spedendo poi i documenti richiesti firmati miei e di mia moglie. Nessuna risposta fino a quando ho deciso di chiamare il numero a pagamento 848… per sapere da una signorina che la mia richiesta di apertura conto era stata rifiutata per cause che mi verranno spiegate via lettera.
    Risultato: conto zero spese, zero canone, ma io ho dovuto spendere tre euro tra francobollo e telefonata senza neanche poter aprire il conto… Bella fregatura…
    Molto meglio il mio vecchio conto Intesa Sanpaolo a 60 euro l’anno di spese di gestione ma che funziona sempre e in tutto il mondo, la qualità si paga…
    Saluti a tutti

  26. fabio ha detto:

    Carissima ing direct avrei delle domande da sottoporvi:

    Ho fatto richiesta di apertura di un SECONDO contocorrente
    conintestato sempre presso da voi, ed è passato circa un mese
    e nessuno sa darci risposta del perchè non riuscite a fornircelo.
    Dopo svariate chiamate al call center dove ognuno raccontava la sua
    ancora oggi non abbiamo idea di quando verrà aperto.
    La richiesta del conto cointestato serviva per aprire un mutuo sempre con
    voi e che anche per questo avrei una domanda da porvi. La mia compragna ha un contratto
    a tempo indeterminato a circa 2k al mese io sono consigliere di un azienda
    e guadagno circa la stessa cifra, abbiamo richiesto il minimo che si può chiedere
    di mutuo 50k su un appartamento che ne vale 250k. Ci sono volute quasi 3 SETTIMANE per
    avere a la redduidalità per poi sentirci dire che non ci verrà concesso perchè
    il mio contratto è ATIPICO ..Ma voi sapete quanti amministratori e consiglieri
    esistono in Italia ? Sapete cosa è un contratto ATIPICO ?! Per finire sul vostro
    contratto dettate le regole per i giorni di valuta sul versamento di assegni etc ,
    ebbene a fine Luglio ho versato un assegno circolare dove la valuta sarebbe
    dovuta essere del giorno dopo il versamento e dopo 4 giorni la disponibilità invece
    la valuta è stata di 7 gg dopo e vi lascio immaginare la disponibilità.

    Ora la vera domanda è ma perchè io e la mia compagna dovremmo lasciare i nostri risparmi presso di voi ??

    Saluti

  27. salvatore ha detto:

    ho chiesto l’attivazione del conto corrente arancio…..lì cominciò la mia odissea….
    effettuo il primo bonifico, un paio di giorni e mi dicono conto corrente attivo. era il 16 ottobre, oggi 18 novembre ancora nulla…..il silenzio regna…ho chiamato il call center tutti, e dico tutti i giorni….pareri discordanti tra di loro: recati in filiale, errore sulla creazione della carta di credito, errore tecnico nella creazione del pacchetto, aspetta un’altra settimana……wow! ne hanno di fantasia!
    In tutto ciò devo dire che il mio primo bonifico di 500 euro, mica me lo hanno rimandato. Si tengono i miei soldi, e non sanno nemmeno dirti quando si può sbloccare la situazione…..fanno vermante skifo! appena possibile andrò in filiale a vedere se sia possibile recuperare i miei euri, e metterò un punto con questa gente.

    • ernestina ha detto:

      ciao, ci sono passata a luglio….anche io bonifico di 500 euro, ho chiamato e insisito affinchè MI RESTITUISSERO I MIEI soldi…ho dovuto richeidere l’esecuzione del bonifico da parte loro con fax firmato e allegando documenti…cmq ci ho lasciato 1 euro

  28. SALVATORE de Nisi ha detto:

    Salve a tutti , vorrei portare la mia dissavventura a conoscenza di tutti , la banca in questione e’ una vera porcheria , per aprire il conto ,un odissea ,sono in sudamerica sei mesi l’anno dove sono sposato ma ho la residenza in italia , il bancomat all’estero cioe’ paesi exstra europei non funziona, bonifico on line con codice sms non arriva perche’ non sto in italia o europa , carta di credito non funziona perche’ si devono tenere i soldi minimo tre giorni se fai l’attivazione on line , praticamente con i soldi n banca mi devo far prestare se no’ come vivo, tutto questo dai primi di maggio apertura conto siamo a novembre ancora non vedo luce , servizio clienti call center non tutti ma maggioranza sgarbati , che dire aspetto pazientemente per poi chiudere il conto con questa bancarella . grazie a presto saluti sd

  29. pino ha detto:

    Ciao, ho aperto il conto 10 giorni fa. Tutto OK solo che ancora non mi é arrivato il pacchetto di benvenuto,quello con i codici operativi etc…confido che non manchi molto. Saluti

  30. burlob ha detto:

    La mia esperienza è quasi del tutto positiva. Difficoltà solo all’apertura, mancava il bonifico dal mio vecchio CC, o meglio l’avevo fatto ma essendo stato fatto online, non veniva visto (?????) e nessuno mi diceva questo, restavo io ad aspettare e ad informarmi, altrimenti campa cavallo che si facessero sentire loro! Passato il primissimo problema mi trovo bene, bancomat e carta di credito nessun problema, applicazione per smartphone comoda (anche se quella di unicredit è fatta molto meglio), nessuna spesa.

  31. Stefania ha detto:

    Peccato non aver letto prima questi commenti! Sabato scorso ho effettuato la procedura online e martedì ho inviato i documenti (per aprire un conto corrente arancio) perciò non è passato tanto tempo, però spero di non avere problemi come la maggior parte di voi! Ho una assicurazione auto online e sono sempre ultra efficienti, mi sono fidata pensando che il servizio fosse di qualità analoga, ma pare di no…

  32. Stefania ha detto:

    Che voi sappiate, si può lasciare “cadere” la cosa, semplicemente non eseguendo il primo bonifico?

  33. Mari ha detto:

    Richiesta attivazione il 14/11/14: in meno di due settimane ho attivato il conto e ricevuto le relative carte e codici. L’unica neo che posso ad ora annotare è un sms alle 6:15 di sabato :-/

  34. ivo ha detto:

    ivo.ossoduro : Una storia che ha delli’incredibile, non mi pagano la rata del mutuo, nemmeno mi avvisano del disservizio, mi riempiono solo la mia casella e-mail di pubblicità inutile, chiamo il servizio clienti, ma non si mostrano preoccupati, mi di cono di attendere la prossima settimana, io trovo tutto ciò scandaloso ! allora a cosa servono i pagamenti automatizzati? mi sa che dovremmo tornare indietro di 30 anni, e pagare con i bollettini, serietà zero !

  35. Bob Superlizzy ha detto:

    Allucinante! Ho aperto il ccA direttamente presso una filiale fisica presente nella mia città. Tutto bene, velocissimi e subito mi danno il bancomat ed il conto è operativo. Tutto ok. Questa estate porto 10 amici come clienti grazie alla promozione ” porta un amico” (50 euro a me e 50 a lui). Arrivano anche i soldi. Tutto bene……..
    In questi giorni tutti i conti arancio legati a questa operazione, compreso il mio, sono stati bloccati!!! Nessun avviso! Ma nessuno può più operare sul conto! Immaginate voi! Call center che non sa che dire…. Banca alla quale sono andato per chiedere spiegazioni che telefona ad un ufficio, i quali mi consigliano di aprire un altro conto presso altra banca, perchè i tempi possono essere lunghi…. Da morire dal ridere!
    A qualcuno è arrivata una lettera raccomandata nella quale SENZA DARE ALCUNA SPIEGAZIONE DEL PERCHE’ dicono che chiuderanno il conto attualmente bloccato….
    Forse si sono incazzati perchè alcuni hanno svuotato il loro conto non appena arrivati i 50 euro della promozione…. ma sto cavolo di promozione lo avete fatto voi!!! Io dei miei soldi faccio quello che voglio!
    Alcuni hanno lo stipendio o tutti i soldi sul conto che non possono utilizzare (io compreso)! Robe da matti! Quello che mi rode di più è che NON TI DICONO UN TUBO, BLOCCANO I CONTI E CIAO!
    Ciaoooooo conto arancio….

  36. Prince ha detto:

    Grazie dei feedback, io mi sono registrato e stavo x inviare loro tutta la documentazione firmata…….cambio programma…come posso richiedere la cancellazione della mia registrazione(giusto perche mi inviano mail fastidiose ricordandomi di attivare il conto…)?
    ..grazie

  37. Marco ha detto:

    Anche io ho riscontrato difficolta’ ad avere data certa di accredito di un bonifico su altra banca: oltre al pin, ai codici operativi, al codice che inviano via telefono, chiedono fotocopia del documento di identita’ fronte e retro e documento firmato da inviare via FAX o mail, ma poi se manca qualcosa non ti avvisano e quando chiami e soddisfi la richiesta dicono di dover fare ulteriori controlli senza specificae quali sebbene richiesti. Vai in internet per toglierti dalla burocrazia e poi te ne aggiungono forse di piu’. Questo e’ senz’altro un aspetto negativo di ING.

  38. ms ha detto:

    Salve a tuti.

    Ok… abbiamo capito che Conto Arancio ha grossi problemi con bancomat, bonifici, tempi lunghi, ecc.
    Sapete, però, consigliarmi un buon conto deposito (diverso da widiba) ?
    Grazie !

  39. Roberto ha detto:

    Vi spiego bene. Io ho fatto un sacco di cose con Ing Direct. Mutuo, 3 conti correnti (uno cointestato, uno mio, uno a mia moglie), carte prepagate (virtuali e reali), carta Visa, assegni circolari, assegni normali.In effetti per andare a regime e con soddisfazione ,occorrono buono buoni 3 mesi.La regola principale è evitare come la peste bubbonica il call center. Rispondono persone che non conoscono le procedure e spesso neanche la logica più elementare. Dovete necessariamente recarvi in filiale più di una volta e stare dietro agli impiegati che comunque sono molto gentili.Dopo il duro scoglio iniziale poi funziona tutto bene. Evitate inoltre di aprire il conto online. Bug software e attesa troppo lunga del bancomat.Invece così viene consegnato subito.

  40. G.Luigi ha detto:

    Grazie a tutti per avermi evitato questo calvàrio…

  41. Giuseppe ha detto:

    Per me la filiale è distante 100 Km e per aprire un conto corrente arancio cointestato ho dovuto spedire la documentazione di mia moglie (cittadina russa con regolare soggiorno a tempo indeterminato), mentre per conto arancio li ho già spediti 5 volte ma ancora (dopo 2 mesi) non è stato aperto. Effettivamente non è più la Banca di qualche anno addietro.
    Altro problema con altro conto intestato personalmente. Mi hanno rubato tutte le carte, risultato tutto bloccato senza potere prelevare nemmeno lo stipendio, richiesta nuove carte arrivate dopo 40 giorni e numerosi solleciti ed esposti. Per non parlare del servizio di poste che usano, una raccomandata arriva con nexsive (alias TNT) dopo 6 gioni e pensare che una raccomandata 1 costa meno ed arriva il giorno dopo.

  42. ivo ha detto:

    Aggiorno il mio problema, segnalato il 6 dicembre 2014, riguardo alla rata mutuo del mese di novembre, che non veniva pagata, io posso dire che , ho sempre parlato con il call center, perchè qui a Bari ( Puglia ) non esistono filiali, mi hanno passato al telefono , una sezione apposita che si occupava del problema, è vero che ho fatto la voce grossa, ed ho minacciato azione legale, però mi hanno sempre garantito, che mi avrebbero risarcito qualsiasi somma per interesse di mora, ed addirittura una certificazione che mi esonerava da qualsiasi colpa, inoltre mi hanno sempre assicurato che la banca non mi avrebbe mai incolpato per ritardato pagamento, di fatti così è stato, nonstante la rata è stata pagata il 22 dicembre, quindi molto in ritardo, non è successo nulla, oggi mi arriva la quietanza di pagamento della rata di novembre, con la data di pagamento 30.11.14
    Quindi posso dire che si sono comportati correttamente, hanno rimediato, senza alcun danno nei miei confronti. Che dire………..sbagliare è umano !

  43. Daniele ha detto:

    Da anni sono cliente ING … Mi sarà andata bene ma non ho mai avuto problemi. Faccio in media 2 bonifici al mese e prelevò ovunque.
    Carta di credito normale e ricaricabil sempre andata.
    Bancomat .. Anche.

  44. Mario ha detto:

    Ciao a tutti,
    diciamo che per esperienza cerca in rete chi ha avuto problemi, non chi non ne ha, quindi ogni 10 persone che si lamentano ce ne sono 100 che non si sono lamentate.
    Attualmente sto cercando di capire se sia meglio aprire un conto corrente arancio, fineco o chebanca!.

  45. Adolfo ha detto:

    Voglio spezzare una lancia a favore di conto arancio.
    L’ho aperto da poco, mi è arrivata ieri la carta e probabilmente entro una settimana anche il PIN della stessa.

    La procedura di apertura l’ho fatta online, tutto molto chiaro e dopo aver spedito via posta i documenti ho riscontrato con sorpresa che il conto viene aperto in tempi brevissimi… praticamente appena gli arrivano le carte.
    Per il primo bonifico, avendo letto di qualche intoppo con quelli online,ho telefonato al servizio clienti ed ho chiesto all’operatrice come mi dovevo comportare. Lei mi ha consigliato di fare un piccolo bonifico, 1 o 2€ specificando nella causale (io l’ho inserito in riferimento mittente dal sito bancoposta) il numero cliente ING. Tutto OK, il giorno dopo mi trovo il conto aperto ed il bonifico accreditato e ne faccio subito un altro più cospicuo che mi arriva 3 giorni dopo (ma c’erano il sabato e la domenica di mezzo).

    Unica pecca e che mi è arrivata la carta senza che nessuno mi comunicasse la spedizione avvenuta, neanche gli operatori per i quali era ancora tutto in preparazione.
    Ora vediamo quando mi arriva il PIN ma nel complesso mi posso dire soddisfatto.

    Posso solo sconsigliare l’apertura del conto a chi viaggia spesso perché la Carta Bancomat fa parte del circuito VPay e non è accettata al di fuori dell’Europa mentre la Carta di Credito e la prepagata (se la volete fisica dovete spendere 10€) pur essendo senza costi non sono così convenienti a causa delle commissioni di prelievo (2€) e la maggiorazione sul tasso di cambio valuta (2%).
    Insomma aprite il conto solo se non avete in programma molti viaggi fuori dall’Europa.

    • vito ha detto:

      Concordo in pieno con Adolfo, aprite il conto solo per fare poche e piccole operazioni, difatti non è poi un conto superversatile, il servizio clienti al telefono non è per niente efficiente, quindi meditate se in futuro avrete dei problemi. Purtroppo una notizia di due giorni fà : c’è un mio amico che da più di un mese sta litigando con ING, gli hanno improvvisamente e senza motivo, revocato il pagamento mensile delle rate del mutuo casa, che dire , sono inorridito……………Bh’oooooooo !!!!!!!!!!!!!!!!!

  46. la banca si “mangia” il vecchio bancomat e tu, come se fosse un bicchiere d’acqua che si è versato sulla tavola, ne riempi (richiedi) un altro??
    secondo me, le cause di buona parte di questi casini, vanno ricercate proprio nelle tue scellerate azioni…
    MEDITA FRATELLO….. MEDITA!!!!

    • Alessandro ha detto:

      Certo…é colpa mia se il primo bancomat ci ha messo una vita ad arrivare e poi non funzionava. E se un atm viene ritirato dallo sportello con il messaggio che non è più valido, cosa deve fare uno se non richiederne un altro??

  47. Marzio ha detto:

    Conto aperto da internet, tutto come da programma, attivazione dopo una settimana da invio documentazione cartacea e oggi dopo un’altra settimana (la seconda) mi sono arrivate le carte, il pin bancomat era arrivato due giorni prima.. Per ora tutto da manuale.. Speriamo bene che continui così..

  48. mario ha detto:

    Praticamente ciò che dovrebbe essere la normalità,
    una banca senza:
    – spese di bolli
    – spese per invio estratti conto
    – spese per prelevare i tuoi soldi dal bancomat
    – spese per carta bancomat (un pezzo di plastica in cambio di contanti)
    – tassa sul risparmio
    speriamo che non la querelano per “Non esercizio della facoltà di furto ai correntisti” con l’aggravante dell'”Ingiusto risparmio del risparmiatore”

    saluti

  49. fidel ha detto:

    Eccomi stavo per sommarmi alla lista di sostenitori InG DIRECT (da 5 anni ormai) ma magicamente il codice pin della dorata e magica carta di credito non funziona piu…ormai da due settimane e non ricevo nessuna risposta.( tutto a posto, platfond completo) …dopo leggere le vostre odissee mi viene il terrore di fare richiesta di nuove carte o codice pin.
    hasta la vista ..baby.

  50. Bruno ha detto:

    I problemi esistono già in fase di apertura, figuriamoci poi, se non risolvono i loro problemi (informatici e di comunicazione) sicuramente mi asterrò dall’andare avanti nell’apertura….
    Grazie a tutti voi

  51. Toni ha detto:

    Sulle carte fisiche proprio non sono all’altezza della situazione e non sono al passo con i tempi. Ovunque ormai ti danno una carta attiva immediatamente. Alessandro, goditi questi pochi anni che ti separano alla scadenza delle carte. Ti aspetta la stessa odissea. Ho fatto presente all’operatrice e al servizio clienti questa odissea che ho vissuto anch’io. Dopo 2 anni si ripete sempre la stessa storia. Intanto ho aperto altro conto in altro istituto per integrare i servizi che IngDirect non è in grado di fornire.

  52. Luigi ha detto:

    Vi racconto la mia esperienza con Ing Direct. Ho aperto il conto corrente a settembre 2014 e tutto è andato per il verso giusto. Premetto che il conto corrente è cointestato con mia moglie. Il giorno 03.02.15 mia moglie ha effettuato un prelievo di 50 euro presso un ATM e i soldi non sono stati erogati, l’addebito comunque c’è stato e abbiamo dovuto aprire una contestazione con modulo firmato e inviato via fax. ad oggi la questione ancora non è stata risolta perchè la banca può rispondere entro 60 giorni dalla segnalazione.
    Il giorno 07.03.2015 ho prelevato 100 euro presso un ATM e mi sono stati addebitati 200 euro. faccio passare qualche giorno per verificare se avviene lo storno ma niente. chiamo il call center e mi viene detto che i soldi mi saranno restituiti il giorno 21.03.2015. A questo punto mi chiedo se avessi prelevato il massimo, le due volte, ovvero 500 euro, oggi non avrei la disponibilità di 1000 euro. Come può succedere una cosa del genere, possiamo definirla appropriazione indebita? E’ vero il detto che chi risparmia spreca. La cosa più grave, è che ho pubblicizzato questo conto corrente, all’inizio, a diversi conoscenti, anche familiari e mi sentirei in colpa se anche a loro succedesse una cosa del genere.

  53. Livio ha detto:

    Grazie, stavo per aprirlo ma le troppe esperienze negative, che invece non ho trovato su altre banche, mi hanno fatto desistere. Forse è proprio vero che nessuno ti regala niente e che l’assistenza ha un costo.

  54. seve ha detto:

    la mia esperienza con ing direct ha del paradossale… ho provato ad aprire il conto corrente e quindi inviato tutta la documentazione… appurata che la documentazione fosse stata ricevuto, per un mese di fila ho chiamato il call center un giorno sì e uno no ricevendo sempre indicazioni diverse (da qualcuno indicazioni gentili da altri solo scortesie….). dopo 40 giorni mi è arrivata una lettera che mi comunicava che avrebbero chiuso qualunque rapporto (ma quale???) con me e mi invitava a tagliare il bancomat (mai avuto) e la carta di credito (mai avuta) e a restituire il libretto degli assegni (mai avuto!!).
    La cosa buffa è che prima che arrivasse la lettera e durante la corrispondenza telefonica con gli operatori era sparita la richiesta di attivazione… allora ne avevo inserita una nuova… e proprio il giorno che mi è arrivata la lettera di “cliente non gradito” m’è arrivato l’sms di congratulazioni per aver scelto conto arancio…
    Veramente una “disorganizzazione” completa!! in conclusione una brutta esperienza.

  55. vs8121 ha detto:

    PER ME DA EVITARE COME LA PESTE!!!!!! MESI DI ATTESA PER IL CONTO,ANCORA NON è PERVENUTO NULLA, e la cosa peggiore è che non esiste un servizio assistenza, BISOGNA CHIAMARE UN SERVIZIO TELEFONICO A PAGAMENTO, che peraltro non risolve nemmeno il problema!!
    Mai e poi mai mi sarei aspettata una mediocrità simile da un gruppo della portata di ING!
    Nel caso in cui la mia esperienza possa essere utile a qualcuno, io nel frattempo mi sono mobilitata ed ho trovato CONTI ALTRETTANTO VANTAGGIOSI in Intesa, Unicredit ed anche Barclays, con servizio clienti nemmeno lontanamente paragonabile.
    Mi sento di sconsigliare vivamente l’apertura di conto arancio

    • Pietro ha detto:

      ciao grazie per la tua condivisione mi è stata davvero utile!!! ma mi diresti per favore quali conti vantaggiosi hai trovato in Intesa? Grazie mille, Pietro

  56. Ivan ha detto:

    Cercando info su conto arancio mi sono imbattuto in questi commenti basati su vostre esperienze negative.
    Dato che a me interesserebbe molto un conto corrente online che mi permette di abbattere i costi sia di canone che per quanto riguarda i prelievi bancomat gratuiti in qualsiasi sportello bancario, mi potreste indicare un istituto di credito affidabile che non dia problemi per apertura conto ne dopo averlo aperto?
    Grazie a tutti.

    • Marzio ha detto:

      Ciao Ivan,
      La mia personale esperienza è positiva, ho il conto aperto da tre mesi, sono stati impeccabili nella procedura di apertura come nell’invio e attivazione di carte e libretto assegni. Quelle poche volte che ho chiamato il call center hanno saputo assistermi e sono stati educati.
      Ora considera che la mia esperienza è breve e che faccio un uso standard del conto, accredito stipendio, qualche rid (che ora si chiamano ssa mi pare) e anche che qui troverai in altissima percentuale utenti scontenti perché chi è soddisfatto certo non fa la fatica di cercare su internet per scrivere recensioni positive, la mia è un eccezione perché sono rimasto iscritto alla discussione e mi arrivano le email.
      Aggiungo anche che comunque non mi fiderei a farne un uso diverso da quello che faccio come ad es accendere un mutuo dove penso sia importante avere l’assistenza fisica del personale. Mi piace inoltre la semplicità di gestione del conto arancio su cui mettere i risparmi.
      Ad ogni modo tornando alla tua domanda dove mi pare di capire che come molti vorresti anche la sicurezza di una banca fisica ti consiglio di usare siti quali sos tariffe e confronta conti dove puoi attivare vari filtri perché ricorda che il vero miglior conto è quello su misura per te per l’utilizzo che devi farne.
      E proprio qui mi viene in mente una scomodità di ing che è il versamento contanti, non ho mai provato a farlo ma so che è a pagamento e attraverso altre banche.

    • Toni ha detto:

      La mia esperienza con conto corrente arancio è stata positiva fin quando non ho avuto bisogno della banca. L’arrivo delle carte fisiche (bancomat e prepagate) è lento, rischi di restarne senza anche per più di un mese. Ho dovuto appoggiarmi ad altro istituto per emergenze. Comunicazione con il cliente impeccabile. Ma dopo le mie lamentele, non è stato fatto nessun sollecito alla banca. Come se nulla fosse. Non parli mai con la banca direttamente. Da solo fai sempre di più di quello che fanno gli stessi operatori. Hai a che fare con promotori finanziari, non con bancari. (per questo l’accoglienza è fantastica). Io sto chiudendo il conto. Se subisco un disservizio voglio avere una persona davanti che mi ascolti e risolva subito il mio problema. A malincuore, banca fisica.

  57. vs8121 ha detto:

    Ciao, come ho scritto sul mio post, ho trovato gli stessi vantaggi di conto arancio con banca intesa san paolo, unicredit e barclays, con l’ulteriore vantaggio di avere una sede fisica di riferimento e un gestore fisso del conto.
    Naturalmente scegliere un istituto piuttosto che un altro dipende dalle esigenze personali.
    per quanto riguarda la domiciliazione delle bollette, mi pare che banca intesa applichi delle commissioni (ma non ne sono sicura).
    Io avevo esigenza di un conto gestibile online e da utilizzare all’estero, e con il senno di poi, comprendo che conto arancio non sarebbe stato conveniente, perchè sto leggendo che i prelievi non sono TUTTI gratuiti per come è scritto sul sito.

    in quanto al servizio clienti di conto arancio,inanzitutto la telefonata è a pagamento, poi quando rispondono, come in ogni altro call center, si passano la telefonata di collega in collega e, se malauguratamente cade la linea (come succede spesso se chiami da cell) alla telefonata successiva devi ricominciare tutto da capo!!!
    2) per me altra grossa pecca di conto arancio è la mancanza di un servizio segnalazioni tramite mail, a me personalmente capita di non avere 20minuti di tempo per fare una telefonata, o comunque di non poter parlare, durante le ore lavorative, avere la possibilità di srivere una mail è una grossa.facilitazione.

  58. Claudio ha detto:

    Il 4 Marzo 2015 ho aperto un conto arancio sopratutto per avere una carta di credito Visa perche’ la mia Mastercard non e’ da tutti accettata…a questo punto ho fatto un bonifico di 1000 euro necessario per aprire il conto ed ho inviato tutta la documentazione.Dopo pochi giorni accedendo al sito ho constatato che e’ avvenuto l’accredito e quindi tutto ok in attesa del cosi detto pacco di benvenuto. Passano 20 giorni e non vedendo nulla chiamo il call center….mi dicono che e’ insorto un problema e di richiamare dopo 10 giorni…faccio passare altri 15 giorni e non succede nulla….richiamo il call center che dice di aspettare…passano altri 10 giorni ed invece di chiamare il call center mando una lettera. A questo punto dopo qualche giorno mi arriva un messaggio sul telefono che presto arrivera’ il pacco di benvenuto infatti il 28 aprile arriva con la carta di credito e i codici esecutivi.E’ qui arriva la prima sorpresa NON scritta da nessuna parte : poiché non ho accreditato il mio stipendio/pensione bisogna raggiungere i 3000 euro (ben 2 volti il platfond della carta) per poterla attivare ! Chiamo il call center e me lo confermano.Aggiungo pertanto altri 2100 euro con un bonifico e raggiungo i 3100 euro per sicurezza.Dopo alcuni giorni constatato l’avvenuto accredito provo ad attivare la carta…NON e’ possibile perché non ci sono le condizioni…chiamo il call center che mi dice che occorre attendere 30 giorni lavorativi perché sia possibile l’attivazione ! Cos’e un raggiro ? Mi pento molto di aver aperto un conto e chissa’ quando potro’ usare la carta che facendo un conto sara’ attivabile verso il 10 di Giugno…Ai primi di giugno devo partire, mi portero’ dietro la carta MasterCard e del contante in piu’ col problema del cambio ect..Sara’ gratis ma intanto prima di avere la carta sono passati quasi 4 mesi e sicuramente avranno usato i miei soldi per qualche prestito…chissa’ poi se la carta sara’ utilizzabile ?.

    • ernestina ha detto:

      io ho dovuto attendere 3 mesi per avere il pacco benvenuto e altri 2 per il bancomat, visto che nel contratto era indicato, ma loro non l’avevano inviato.
      pessima esperienza con ing direct ( avevo chiuso conto corrente arancio 3 anni fa ma all’epoca era molto più affidabile) e sto cercando un altro conto on line per chiudere questo ( dopo neppure un anno)
      però – e ribadendo la loro totale inefficienza – devo dire che sul sito io avevo letto che per attivare la carta di credito era necessario o l’accredito dello stipendio o una giacenza per almeno 30 giorni di 3000 euro….

  59. Domenico ha detto:

    Vi racconto la mia..
    ho il conto arancio da quando arrivò in Italia..condizioni eccezionali e tasso favorevolissimo…tempi record per ricevere tutto..un paio di giorni..

    Prima di aprirlo:
    Fila in banca di oltre mezz’ora solo per depositare l’assegno dello stipendio (che il titolare ovviamente rilasciava il venerdì pomeriggio)
    File e costi per fare ogni operazione allo sportello
    Odissea per ritirare i soldi dal loro ATM (spesso non funzionante)
    Costi di gestione inesistenti (ogni prelievo da ATM diverso costava 2 euro..ma il loro era sempre fuori servizio)
    Più volte mandati a quel paese…e non ho mai ricevuto indietro le spese che mi hanno addebitato senza motivo..

    Dopo aver aperto il conto arancio (e poi il conto corrente)
    Non entro in una banca da anni (quindi niente più visi depressi e disperati in coda)
    Non pago un solo cent di commissione (se non quelli chiaramente espressi)
    Ma sentite questa:
    feci un acquisto via internet pagando con paypal e mi arrivò un oggetto sbagliato
    Seguo tutta la procedura per farmi restituire il denaro e paypal mi comunica un codice con il quale la mia banca (Ing direct) deve provvedere a restituirmi i soldi (50 euro circa)
    Dopo un paio di chiamate per capire come fare (servizio clienti telefonico lento ma solo per tutta la trafila per connettersi) mi arriva una mail di scuse (una banca che si scusa???) con la quale non solo mi restituiscono i miei 50 euri ma..mi regalano altri 50..all’inizio pensavo fosse uno scherzo..ma non lo era!!
    Ora devo ammettere che i tassi di interesse sono ridicoli ma almeno non ti riducono mese per mese il tuo piccolo gruzzolo.
    Un saluto a tutti…

  60. Jorge Ferreira ha detto:

    Carissimo, a me mi dispiace che hai avuto cosi tanti problemi, perché io ne ho un conto corrente arancio con bancomat (CC non la ho voluta).
    Faccio bonifici da e per il estero (arrivano 24 ore dopo), 24 ore vuole dire che si lo faccio oggi mattina, i soldi sonno disponibili domani mattina, se di pomeriggio allora di pomeriggio.
    Per quanto riguarda il bancomat … sempre ho preso soldi da qualunque posto senza mai pagare niente e senza essere mai rifiutata la transazione … no lo so cosa dirti.
    Non pago assolutamente NIENTE per questo conto, faccio io tutto online, proprio come promesso. Perché spendere soldi per spese di manutenzione e poi per ogni operazioni che fai (quando sono io che faccio tutte le operazioni).
    La unica cosa che il bancomat non permette fino ad ora e’ di prelevare dall’estero … che per motivi di lavoro ne ho bisogno … e quindi ecco perché ne ho un’altro conto. Appena i prelievi siano possibili dall’estero anche quello conto se ne va e rimango solamente con quello di ING Direct.
    Spero essere stato di aiuto.

    Un saluto.

  61. alessia ha detto:

    Io ho avuto problemi con l’attivazione del conto ,la cui procedura è effettivamente assurda. Dopodichè nessun altro problema,mi trovo molto bene e trovo comoda la prepagata virtuale collegata al conto per fare acquisti on-line,senza costringermi ad andare dal tabacchino a ricaricare e senza tenere un’altra carta nel portafoglio. Per l’attivazione (fatta per avere il buono Mediaworld, ma poi il conto mi è piaciuto tanto che ho deciso di tenerlo aperto),mi chiedevano di spedirgli un prestampato per l’identificazione,che doveva essere firmato dalla mia banca di provenienza (Unicredit). Ma io dico,ho un conto fisico e dobbiamo fare tutte queste menate? In pratica un impiegato della banca doveva certificare che io sono xxx xxxx, potendomi vedere di persona. Vado da Unicredit e il direttore quasi mi urla contro,arrabbiato,che loro non firmano nulla per nessuno (effettivamente quale dovrebbe essere il loro interesse a mandarmi verso altre banche?). Chiamo il call-center e mi dicono che basta il bonifico a identificarmi. Mando i fogli senza quel prestampato e il conto comunque non me lo aprono. Lascio perdere il tutto abbastanza incavolata. Dopo qualche mese per puro caso vedo un chiosco Ing-Direct dentro al centro commerciale vicino casa e mi si accende la lampadina…il tizio gentilissimo in 2 minuti mi fa la procedura d’identificazione,e in breve tempo mi arriva a casa il tutto,mentre il buono Mediaworld qualche mese dopo. Ma io dico: Ma se per aprire un conto on-line devo andarmi a cercare quelle pochissime filiali sparse in Italia,facendo cento chilometri per farmi identificare (mettiamo che io abitassi in un paesino nell’entroterra),ma he senso ha???

  62. alessia ha detto:

    Come continuo del messaggio di prima,vorrei specificare che comunque trovo assurda la difficoltà nel versare contanti,ad esempio col conto Fineco puoi servirti di tutti i bancomat evoluti Unicredit,mentre qui puoi solo fare bonifici (quindi bisogna avere altri conti o pagare uno sproposito allo sportello) o usare il bollettino Freccia,che comunque ha un costo e in una banca dove sono stata (Sella) non sapevano neanche cos’era,ma soprattutto ogni banca ha la sua tariffa,puoi pagare 0,80€ di commissione come 3€…http://www.finanzaonline.com/forum/banking-carte-di-credito-conti-deposito-e-correnti/1180867-commissioni-bollettino-freccia-raccogliamo-i-dati.html
    https://docs.google.com/spreadsheets/d/1iqH2WuTiUNCu76satmwsJ7NkmzmbLICUj7dJfqcMoj0/edit?hl=en
    Io comunque continuo a possedere anche un conto fisico a zero spese,con bonifici gratuiti (conto online di MPS)..

  63. sieteinvitati ha detto:

    Problemi di apertura lunghissimi, carte che a distanza di 2 mesi non risultano ancora inviate!!!

  64. alberto ha detto:

    La mia esperienza con Ing è pluriennale e non ho mai trovato alcuna difficoltà sia con Bancomat che con Carta Visa. Anzi ho trovato cortesia e rapidità: la carta sostituiva mi è arrivata nei tempi stabiliti di ca. sette gg. lavorativi come annunciato.

  65. tizy_78 ha detto:

    La mia esperienza con Ing Direct è da sempre molto problematica.
    E’ iniziata con il bancomat che un giorno si e l’altro pure mi veniva rifiutato con il messaggio “Bancomat non valido. Contattare la propria filiale”. Tutto senza un perchè. Svariate telefonate al servizio clienti senza comunque risolvere molto.
    Comunque questa è una storia nuova: il giorno 23 luglio ho fatto benzina ad una colonnina self service Tamoil con importo di 54 € tramite carta di debito della ing direct circuito Vpay.
    Ieri 27 luglio ho verificato on line i movimenti e con mia sorpresa ho visto che oltre all’addebito di 54 € mi sono stati “congelati” anche 101 €. (si trova nella sezione operazione da contabilizzare, ma di fatto ciò rende indisponibili i miei soldi).
    Mi sono recata presso il distributore in questione e il gestore mi ha detto che, a chi effettua il rifornimento pagando con bancomat o carta di credito negli orari di chiusura dell’impianto, viene trattenuto (la banca dice importo prenotato) l’importo massimo consentito dal distributore (nel mio caso 101€) a titolo di garanzia.
    Sentita la banca mi dice che trascorsi circa 10 giorni lavorativi mi verrà restituita la cifra di 101 euro, quindi dall’ 8 agosto e che i tempi tecnici dipendono dalla banca del benzinaio.
    Ma così facendo tolgono a me la possibilità di utilizzare quanto trattenuto (a mio avviso indebitamente) e ipoteticamente se dovessi rifornire l’auto più volte la settimana tramite bancomat, mi ritroverei addebiti aggiuntivi ognuno di 101 euro.
    per me si tratta di appropriazione indebita, anche perchè nessun utente è al corrente della cosa, in quanto non c’è nessun cartello che spieghi questa strana operazione presso i distributori.
    la banca mi dice che non c’entra nulla, il gestore del distributore dice che non c’entra nulla, insomma l’unico che ci perde è il consumatore.
    Ing Direct inoltre adotta una politica simile anche per i pagamenti effettuati tramite la loro carta prepagata: se ipoteticamente faccio un acquisto online di 50 euro, la banca mi detrae 50 euro + altri 50 per la cosiddetta garanzia, che mi viene restituita dopo svariati giorni, durante i quali non ho la mia disponibilità finanziaria. Pazzesco!!!!!!

  66. Paky ha detto:

    Salve a tutti, ero propenso a chiudere uno dei miei conti Unicredit per Conto Arancio ma dopo aver letto delle vostre esperienza sono subito scappato dal sito! Grazie della vostra testimonianza!

  67. Antonio ha detto:

    Novello cliente Ing Direct, anche io non sono pienamente soddisfatto.
    Procedura di attivazione contorta, documenti richiesti due volte con mie proteste, recapiti telefonici indicati sul sito sbagliati, per finire carta di credito arrivata con il plico di benvenuto (o come diavolo si chiama) ancora da attivare ma dal sito non riesco… e chiamando il call center scopro che si attiva solo con una giacenza media sul c/c di 3.000 euro negli ultimi 30 giorni, per cui devo aspettare 30 giorni prima di usarla, pur avendo depositato ben piì di 3.000 euro!!!! Mai visto una cosa del genere!!!!

  68. Roberto Carraretto ha detto:

    10 anni che sono cliente. MAI TROVATO C/C MIGLIORE.

  69. Chicco ha detto:

    Si, però devo dire che anche tu ci hai messo del tuo… Un po’ imbranatella, figlia mia

  70. vito ha detto:

    Ciao a tutti, ho saputo solo oggi, e d anche se molto in ritardo, ma come si dice meglio tardi che mai, che la banca ING Direct in olanda stava certamente per fallire, è intervenuto nell’immediato il governo olandese per salvarla, i fatti mi sembra risalgono al 2008/2009, voi avete qualche notizia in più ?

  71. remo ha detto:

    ma allora ing direct è valido o no? il 50% si lamenta o sono tutti imbranati (ma mi sembrano un pò troppi…) e non sanno usarlo oppure c’è qualcosa che non và ps.c’è qualcuno non di parte che mi sa dire qualcosa? c’è rischio che ci vengano bloccati i conti? la banca è affidabile?? se sbagliano c’è un indennizzo per i ritardi? ci sono promozioni in atto siamo al 25-4-2016

  72. Luciano ha detto:

    Devo dire che come molti, anche per me, l’esperienza è stata, ed è, molto positiva…! Dopo 25 di MPS, dal 2013, sono tra le braccia di ING e visto che nella filiale del mio paese, non c’entravo in pratica mai (uso carte da 30 anni), e comunque gli davo dai 150 ai 200€ per tutti i servizi che avevo… Già per quello, è vantaggioso. Poi, con l’Home-Banking si fa di tutto e quindi… 😉
    L’unico neo è stata un po l’attivazione, che insomma da quando ho fatto la prima mossa online per passare ad ING, sono passati ca 3 mesi per essere a regime, ma poi ha funzionato e funziona tutto bene!.
    Soddisfatto!.
    Luciano.
    Luciano S.
    Roccastrada (Grosseto)

  73. remo ha detto:

    io mi sono iscritto ma non mi hanno inviato ne il codice ne la carta di credito è da Pasqua che aspetto… fortunatamente non ho versato nulla sul conto chi si fida di un procedimento cosi lungo? se mi arriva e bene altrimenti lascio perdere! al momento non lo consiglierei a nessuno meglio che banca in 7-8 giorni invia tutto!

  74. Barnaba ha detto:

    Si riuscisse ad attivarlo!!! Mia moglie ed io vogliamo solo un conto per accumulare piccoli risparmi… Abbiamo compilato la modulistica, l’abbiamo spedita coi documenti 3 settimane fa, oggi abbiamo provato ad attivare il conto e abbiamo scoperto che i.documenti di mia moglie erano illeggibili…. Nessuna comunicazione da ingdirect, solo la bella sorpresa cercando di attivare il conto…. Giudizio su contoarancio: Ottimo per i fan delle lumache delle posteetelegrafi!!!!! Buonanotteeee

    • ernestina ha detto:

      ciao, ti do un consiglio…..lascia stare. esci da questo incubo se ne sei ancora in tempo, se queste sono le premesse non farà altro che peggiorare….io sono andata avanti e dopo un anno e mezzo avevo ancora problmi…..alla fine in 30 minuti ho aperto FIneco con riconoscimento via webcam di me, dei miei documenti e della firma…in una settimana ho ricevuto il bancomat e ho potuto usare i miei soldi….Fineco costa un po’ di più…..ma ti dico, alla fine tutto guadagnato. in meno di due anni di conto corrente arancio non ho fatto che avere probelmi e quando contattavo il call center nessuno sapeva nulla: mi hann inviato documenti con dati sensibili al vecchio indirizzo di residenza, quando l’indirizzo per la corrispondenza era quello di mia zia che ha la portineria autorizzata a ritirare tutto, avevo dato questo indirizzo proprio per evitare problemi sapendo che mi sarei trasferita a breve…e quando li ho chiamati mi hanno risposto che forse non avevo aggiornato i miei indirizzi: ma se quello di corrispondenza è sempre stato lo stesso!!!!! insomma….non ne siamo mai usciti…alla fine, come ho detto ho aperto fineco,,,,ora devo trovare la pazienza di imbarcarmi nella chiusura di conto corrente arancio che già so sarà un altro delirio!

  75. tina ha detto:

    sei più furbo che sfigato, però!
    tutto sto racconto per guadagnare 50€ con ognuno che usi il tuo codice! che sfacciato! morto di fame! vergognati!

    • Alessandro Gonella ha detto:

      Se guardi la data del post, noterai che è stato scritto ben prima dell’inizio della promozione “Presenta un amico”, quindi l’articolo non è stato scritto apposta. Il link è stato aggiunto in seguito, e dato che fa guadagnare 50 euro a chiunque si iscriva, non mi pare faccia schifo a nessuno. Soprattutto dopo aver onestamente spiegato tutto ciò che è successo a me con ING Direct. Se avessi voluto invogliare la gente ad iscriversi, avrei fatto un post completamente diverso.
      Ah certo, mi vergogno a voler guadagnare con il mio blog. Non lo fa nessuno.

  76. Giuseppe ha detto:

    Breve storia triste:
    PROLOGO:
    “Prima di aprire un conto corrente con ING Direct leggete bene, poi valutate consapevoli del fatto che probabilmente sono stato semplicemente sfortunato.”

    Provo ad aprire conto corrente con ING Direct il 20 Giugno 2017.
    Causa problema “US Person” che il loro sito non mi permette di modificare nonostante non abbia salvato ancora la procedura online, hanno necessità di un documento extra. Documento che mi viene richiesto in 5 modi differenti a seconda dell’operatore con cui interloquisco telefonicamente. Vanno in fumo così circa 3 settimane.
    Dopo ennesima (credo sesta o settima) richiesta dello stesso documento ma inviato con altra modalità decido di non proseguire con l’apertura inviando, come suggerito da loro telefonicamente, richiesta di non continuare l’apertura del conto. Il tutto tramite raccomandata.
    Giorno 14 Luglio ricevono la raccomandata per fermare il tutto.
    Giorno 17 Luglio mi aprono il conto.
    Adesso voglio solo scappare lontano da loro.
    Spero solo di riuscirci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.